Home » , , , , , » Il papa: "non discriminate quelle persone innaturali"

Il papa: "non discriminate quelle persone innaturali"

Scrive Joseph Ratzinger nel suo libro "Luce del mondo", scritto insieme ad un giornalista tedesco, che «L'omosessualità rimane qualcosa che è contro la natura di quello che Dio ha originariamente voluto»...[se non fosse per quel maledetto libero arbitrio, eh?!]... «Se qualcuno presenta delle tendenze omosessuali profondamente radicate queste tendenze hanno un certo potere su quella data persona, allora questa è per lui una grande prova, così come una persona può dovere sopportare altre prove»... [cioè l'omosessualità paragonata ad una sofferenza e ad una imposizione religiosa di necessaria privazione, mah!]...«l'omosessualità non è conciliabile con il ministero sacerdotale, perchè altrimenti anche il celibato come rinuncia non ha alcun senso»... [che poi sarebbe da capire che senso abbia fuori dal dogma non previsto nella Bibbia, verità rivelata].
Allora, riordinando un po' le papali scritture, si legge in sintesi: "Gli omosessuali non innaturali, però non bisogna discriminarli, ma non ci pensassero nemmeno a farsi sacerdoti". Tre considerazioni e almeno altrettante contraddizioni. E queste affermazioni sono riportate su un libro da lui scritto, non dette in un'osteria davanti ad un fiasco di vino novello.
La precisazione mi pareva necessaria...

4 commenti:

  1. Vino novello? Forse pinte di Birra bavarese...

    RispondiElimina
  2. Detto e scritto da lui così: papale papale. Che uomo buono, neh?

    RispondiElimina
  3. secondo me c'è caduto dentro il novello!

    RispondiElimina
  4. Be', direi che una delle più ardue prove da sopportare, per omo etero e bisex, sia dover ascoltare quotidianamente le cazzate che spara questo viscido nazista omofobo e reazionario amplificate dai mezzi di disinformazione vatikaliani...

    RispondiElimina

Like us on Facebook
Follow us on Twitter
Recommend us on Google Plus
Subscribe me on RSS